User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

Regno Unito si sta dirigendo verso Brexit 'soft' - il supporto per il nuovo tribunale dei brevetti dell'UE dimostra

 

Fin da quando il primo ministro Theresa May ha insistito che il Regno Unito sarebbe, post-Brexit, sfuggire alla competenza della Corte di giustizia dell'Unione europea (CGUE) nel suo discorso alla conferenza del partito conservatore nel mese di ottobre, si è ipotizzato che il Regno Unito era su un percorso ad una "Brexit hard".

Questo perché la piena adesione del mercato unico UE - la posizione del Regno Unito corrente - richiede l'accettazione della supremazia del diritto comunitario e la giurisdizione dei tribunali dell'UE. Allo stesso modo, il tasto "morbido Brexit" opzione - l'adesione allo Spazio economico europeo , sulla falsariga di Norvegia -anche richiede efficace l'accettazione della maggior parte delle leggi dell'UE.

Infatti, l'obiettivo di tutto sfuggire alla giurisdizione della CGUE costringerebbe il Regno Unito a perseguire un'opzione Brexit dura, come ad esempio lasciando il mercato unico del tutto, e semplicemente negoziare "l'accesso" ad essa. Eppure, un annuncio relativamente modesto rilasciato dal diritto dei brevetti governo in materia suggerisce che la politica Brexit del governo britannico è molto più morbido rispetto alla retorica suggerisce.

Perché il tribunale dei brevetti importante Brexit?

Dal 2012 l'Unione europea ha fatto i preparativi per il più grande cambiamento al sistema di brevetto europeo a partire dai primi anni 1970. La riforma più importante è la creazione di un nuovo tribunale unificato dei brevetti (UPC), comune a Stati membri partecipanti.

È importante sottolineare che l'UPC sarà competente a conoscere delle controversie sui brevetti e al rilascio dei rimedi per i contendenti che sono vincolanti all'interno di un'area che copre quasi l'intero mercato unico dell'UE. Questo è un enorme cambiamento rispetto al sistema attuale imbarazzante, che richiede contenzioso nazionale in ogni paese membro. Finora, 25 dei 28 Stati membri dell'UE hanno deciso di aderire al UPC, con la Spagna, la Polonia e la Croazia gli unici che non partecipano. Il Regno Unito è stato saldamente a bordo dal 2012. La corte includerà giudici provenienti dal Regno Unito, Germania, Francia, Paesi Bassi e altri Stati membri dell'UE.

Fino a quando il referendum Brexit, il Regno Unito sembra essere sulla buona strada alla piena ratifica della UPC. In effetti, negli ultimi quattro anni il governo del Regno Unito ha fatto piani per ospitare una delle divisioni centrali del nuovo tribunale a Aldgate, zona est di Londra, dove un edificio è già stato affittato. Prove di brevetto finti hanno anche avuto luogo presso la sede.

Accettare le decisioni comunitarie in materia di brevetti

Ciò che è cruciale in termini di Brexit, tuttavia, è che anche se il UPC avrà la propria competenza a pronunciarsi in relazione alla maggior parte delle questioni di brevetti - come la violazione dei farmaci brevettati - deve rinviare alla CGUE su questioni di diritto comunitario, come ad come quelle che si applicano sotto la direttiva Biotech . In linea con questo, la CGUE nel parere 1/09 ha stabilito che solo gli Stati che accettano la supremazia del diritto comunitario e la giurisdizione della CGUE possono partecipare al nuovo sistema.

Il risultato di tutto questo è che se il Regno Unito è intento a un Brexit dura, è difficile vedere come si possa partecipare alla UPC, che richiede l'accettazione che le decisioni della Corte di giustizia - nel diritto dei brevetti, almeno - sarà vincolante nel Regno Unito.

La grande sorpresa

Per questo motivo, è stato ampiamente previsto che il Regno Unito non ratificare l'accordo UPC e che l'UPC sarebbe andato avanti senza il Regno Unito, con il Milan o l'Aia presa in consegna divisione centrale UPC di Londra.

Beh, era ... Shutterstock

Eppure, il governo britannico ha stupito il mondo legale, annunciando che il Regno Unito avrebbe ratificare l'accordo UPC, dopo tutto. L'UPC può ora andare avanti e dovrebbe essere installato e funzionante ad un certo punto durante il 2017.

La decisione del Regno Unito di ratificare è tanto più sorprendente dato che il governo del Regno Unito ha scelto di farlo con la piena conoscenza del risultato del referendum 23 giugno e quali sono le conseguenze di ratifica sono.

Naturalmente, come qualcuno ha suggerito, Brexit pianificazione dietro le quinte potrebbe essere un disastro. Ma se, come il governo insiste nel dire che non lo è, allora la ratifica non ha senso se l'obiettivo è un Brexit difficile: mentre sarà ancora possibile per il Regno Unito di rompere con l'UPC in un certo numero d'anni, post- Brexit, il Regno Unito avrebbe dovuto farlo, abbandonando un sistema giudiziario pienamente funzionante, con i suoi giudici, che potrebbero essere già diventati popolari con le imprese del Regno Unito e inventori. Al contrario, la decisione di non ratificare l'UPC sarebbe - a questo punto - hanno segnalato che il Regno Unito è stato sul serio la strategia Brexit duro.

La ratifica ha senso solo se il governo intende rimanere un membro della UPC per il prossimo futuro, il che significa che intende accettare la giurisdizione della CGUE in brevetto UE sulle questioni post-Brexit. Questa potrebbe essere una buona notizia per gli inventori inglesi e le imprese, in particolare per fiorente industria delle scienze della vita del Regno Unito, come la divisione di Londra UPC avrà un focus specialista in questo settore.

Da questo punto di vista, lascia la strategia Brexit duro in serio dubbio. E 'ormai inevitabile che il governo sotto pressione per mantenere le altre aree di business ben entro i parametri della normativa UE - la città di prezioso "passaporto unico" La capacità di Londra, nel settore dei servizi finanziari è un esempio degno di nota, e l'import / export dei veicoli a motore è un altro, come evidenziato dal recente accordo del governo "sweetheart" con Nissan . E se il governo persegue un approccio settore per settore significa l'intero processo Brexit vorranno molti anni, forse più di un decennio, con enormi distese di diritto UE ancora vincolante per il Regno Unito in quel periodo, e forse da allora in poi.

In definitiva, la ratifica decisione UPC - insieme con il recente accordo Nissan - sono i primi segnali importanti che Brexit sarà, in realtà, essere molto "soft", anche se la retorica continua ad essere "duro".

Breadcrumbs

© 2017 italo-inca.naunet.eu
Design by vonfio.de