User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 
MONDI DI CARBONIO

La cattura del carbonio necessario, IEA dice
da Daniel J. Graeber
Parigi (UPI) Nov 15, 2016



disclaimer: immagine è solo a scopo illustrativo

Momentum ha bisogno di costruire dietro tecnologie di cattura e stoccaggio del carbonio al fine di mettere il peso dietro la Paris accordo sul clima, il direttore della IEA ha detto.

In uno studio del 2013, l'Agenzia Internazionale per l'Energia ha descritto la cattura e lo stoccaggio del carbonio come un "complemento necessario" per altre tecnologie energetiche a basse emissioni di carbonio destinate a ridurre le emissioni globali di gas a effetto serra. Il processo prevede la cattura di anidride carbonica da fonti come centrali e riporlo in modo tale che esso non entrerà nell'atmosfera.

Dalla posizione della IEA, il processo è "l'unica tecnologia" che può ridurre significativamente le emissioni dalle centrali elettriche a carbone e "uno dei pochi" che può tagliare l'inquinamento da processi industriali come la produzione di acciaio.

Natural Resources Canada e il Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti ha aperto un impianto di prova il mese scorso per esaminare l'uso di un processo simile a centrali elettriche a carbone. L'AIE ha detto che ci sono già 15 progetti CCS su larga scala in funzione e più sei sono in programma di iniziare il prossimo anno.

"Diffusione delle tecnologie CCS non sarà opzionale per l'attuazione dell'accordo di Parigi", ha detto AIE direttore esecutivo Fatih Birol in un comunicato. "Infatti, più veloce diffusione delle tecnologie CCS, in particolare nel settore industriale, deve essere parte integrante di una risposta globale sul clima rafforzata."

All'inizio di quest'anno, compagnia energetica norvegese Statoil ha detto che è stato incaricato dal governo di Oslo per studiare modi per memorizzare l'anidride carbonica sulla piattaforma continentale del paese. La società si è aggiudicata un contratto da parte del Ministero del petrolio e dell'energia norvegese di effettuare studi di fattibilità in tre sedi off-shore. Ha segnato il primo studio di questo tipo in Europa.

Il rapporto della IEA ha seguito studi che mostrano tassi di emissione di carbonio a livello mondiale sono ancora elevati, ma il ritmo sta rallentando come più sforzi costruire dietro un'economia a basse emissioni di carbonio. Tra il 2003 e il 2013, le emissioni globali di carbonio sono aumentate in media del 2,3 per cento l'anno, ma da allora hanno rallentato a circa il 0,2 per cento.

Un rapporto meteorologico, nel frattempo, ha detto che 2016 sarà probabilmente l'anno più caldo mai registrato nella storia come gli effetti del riscaldamento delle emissioni di gas a effetto serra si combinano con l'impatto del phenonomon tempo noto come La Nina.

Breadcrumbs

© 2017 italo-inca.naunet.eu
Design by vonfio.de