User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 
CLIMA SCIENZA

Caldo record nel 2016, ma nessun calo delle emissioni di CO2: i rapporti
di Marlowe CAPPUCCIO, Cline SERRAT
Marrakech, Marocco (AFP) Nov 14, 2016


Il 2016 è sulla buona strada per essere il più caldo mai registrato, l'ONU prevede Lunedi, mentre la Banca Mondiale ha calcolato che 26 milioni di persone scivolare nella povertà ogni anno a causa di disastri naturali, che riflette i rischi posti dai cambiamenti climatici.

Gli scienziati, dal canto suo, ha riferito che le emissioni di gas serra da combustibili fossili, il driver principale del riscaldamento globale, è rimasto costante per il terzo anno consecutivo nel 2015.

Le tre relazioni sono stati emessi a margine di alto livello colloqui sul clima delle Nazioni Unite a Marrakech ancora riprendendo dalla notizia che Donald Trump, che nega il cambiamento climatico, ha catturato la Casa Bianca.

Il fatto che la crescita economica e l'inquinamento di CO2 si muovono più in lock-step è un segnale incoraggiante, gli scienziati hanno detto.

Ma un ritmo costante delle emissioni mette ancora la Terra in rotta di collisione con superstorms mortali, siccità, ondate di calore e altri eventi meteorologici estremi.

A meno che l'inquinamento di carbonio è ridotto rapidamente e profondamente, hanno messo in guardia, l'umanità esaurirà il suo "bilancio del carbonio" - la quantità totale di CO2 che può essere emessa senza attraversare la linea rossa del riscaldamento pericoloso - nel giro di pochi decenni.

"Abbiamo già utilizzato più di due terzi della quota di emissioni per mantenere il cambiamento climatico ben al di sotto di due gradi", dice il rapporto annuale Global Carbon Budget.

- Mondo più caldo -

Anche il Lunedi, l'ONU prevede temperatura media globale nel 2016 sarà "molto probabilmente" essere 1,2 gradi Celsius (2,16 gradi Fahrenheit) sopra l'epoca pre-industriale, il punto di riferimento per il riscaldamento globale.

Sedici dei 17 anni più caldi mai registrati si sono verificati in questo secolo, secondo l'Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM).

Il mondo è già più di metà strada verso il limite superiore del "ben al di sotto" 2C concordato, il limite previsto l'accordo di Parigi 196-nazione che è andato in vigore all'inizio di questo mese.

In alcune parti della Russia artica, temperature erano 6 C per 7 C superiore alla media a lungo termine, il WMO ha riferito.

- La povertà, disastri e clima -

In un rapporto separato, la Banca Mondiale ha trovato che i disastri naturali di auto di almeno 26 milioni di persone nella povertà ogni anno e causano più di 500 miliardi di $ (466 miliardi di euro) dei consumi perduto, superando di gran lunga il valore di danni alle cose da solo.

Questi numeri saranno guidati fino nei prossimi decenni, come il cambiamento climatico amplifica il potere distruttivo di cicloni, inondazioni e siccità.

"Shock clima severo minacciano di rollback decenni di progresso contro la povertà", ha detto il Presidente Gruppo della Banca Mondiale Jim Yong Kim in un comunicato.

Fino ad ora, i calcoli globali del danno causato dalla Natura in comunità non hanno adeguatamente preso in considerazione le differenze di ricchezza, secondo il rapporto di 190 pagine, intitolato "Unbreakable: Costruire la resilienza dei poveri di fronte alle catastrofi naturali".

Il nuovo approccio ha enormi implicazioni per come e dove spendere meglio i soldi per rendere le città e le zone rurali più resistenti a tali shock.

"Un dollaro di perdite non significa la stessa cosa a una persona ricca come un povero", ha detto l'autore Stephane Hallegatte.

"La stessa perdita colpisce le persone povere ed emarginate molto più perché i loro mezzi di sussistenza dipendono da pochi beni, e il loro consumo è più vicino al livello di sussistenza."

Oggi, un governo di decidere dove installare le infrastrutture per evitare allagamenti urbani sarebbe logicamente favorire un ricco quartiere che ha subito $ 20 milioni danni materiali nel corso di un povero in cui le perdite patrimoniali pari a $ 10 milioni.

Ma i cambiamenti di calcolo non appena, spesso di lunga durata miseria umana lasciati sulla scia di inondazioni in una zona slum è scomposto in.

dighe da costruzione e sistemi di drenaggio nella zona più povera "genererebbero minori utili in perdita di beni evitato, ma più grandi guadagni di benessere", dice il rapporto.

Il vero costo dei disastri naturali - una categoria che comprende i terremoti, così come eventi meteorologici estremi - sono stati ampiamente sottovalutato, ha concluso.

Un recente studio delle Nazioni Unite di 117 paesi, sia ricchi e in via di sviluppo, totale stimato perdite patrimoniali globale da calamità naturali a $ 327 miliardi (304 miliardi di euro) l'anno.

Ma se il consumo perduto - in cui la medicina o la scuola, per esempio, che era a malapena a portata di mano diventa prima inaccessibili - è inclusa, il conto ammonta a circa 520 miliardi di $ l'anno, la Banca Mondiale ha trovato.

Sulla base di un sondaggio globale di 1,2 milioni di persone in 89 paesi, il nuovo rapporto ha anche mostrato che 26 milioni di persone cadono al di sotto della soglia di reddito di $ 1,9 (1,75 euro) al giorno, una misura ampiamente accettata di povertà.

"Questa è sicuramente una stima prudente", ha detto Hallegatte AFP.

Breadcrumbs

© 2017 italo-inca.naunet.eu
Design by vonfio.de