User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

ESA > ESA nel vostro paese > Italia

21 Novembre 2016

Con questa immagine a falsi colori, il satellite Sentinel-2A ci porta sopra il deserto di Gibson, nell'Australia occidentale.

Con un'estensione di oltre 150.000 kmq, il deserto presenta terreni ghiaiosi ricoperti da erbe del deserto, così come rosse pianure sabbiose e campi di dune. Un periodo di siccità, negli anni '80, costrinse la popolazione indigena dei Pintupi ad insediarsi nell'area centro-orientale del deserto, dove entrò in contatto con la società australiana, in quello che si crede sia stato uno degli ultimi eventi di primo contatto tra culture in Australia.

Sul lato sinistro di questa immagine a falsi colori possiamo osservare numerose forme particolari, in varie sfumature di blu. Questi sono i resti di aree bruciate di proposito dal popolo Pintupi allo scopo di favorire la crescita delle piante, o per  spingere la selvaggina animale allo scoperto.

Gran parte della popolazione dei Pintupi si spostò verso gli insediamenti di altre culture quando, negli anni '50, l'esercito britannico iniziò ad utilizzare la regione per test missilistici. Le aree da loro bruciate si ricoprirono di vegetazione, divenendo ancora più predisposte ad incendi causati dall'uomo o scatenati dalla caduta di fulmini, che bruciarono poi fuori controllo, lasciandosi alle spalle estesi segni dovuti agli incendi.

Nell'angolo in basso a destra dell'immagine possiamo distinguere una struttura circolare. Si tratta del cratere da impatto Connolly Basin, che si ritiene si sia formato circa 60 milioni di anni fa. Con un diametro di circa 9 km, il suo crinale si eleva per 25-30 metri sopra il bacino del cratere.

Questa immagine è stata acquisita dal satellite Sentinel-2A, del Programma europeo Copernicus, il giorno di Natale del 2015.

Questa immagine fa parte del programma Earth from Space video programme.

In collaborazione con Rivista Geomedia.

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
MARSDAILY

Nuova sonda orbitante Mars dell'ESA si prepara per la prima scienza
da Staff Writers
Parigi (ESA) Nov 21, 2016



Rappresentazione artistica dei ExoMars Trace Gas Orbiter 2016 a Marte. Immagine per gentile concessione ESA / Medialab ATG. Per una versione più grande di questa immagine vai qui .

L'orbiter ExoMars si prepara a fare le sue prime osservazioni scientifiche a Marte nel corso di due orbite del pianeta a partire la prossima settimana. Il Trace Gas Orbiter, o TGO, uno sforzo congiunto tra ESA e Roscosmos, è arrivato su Marte il 19 ottobre. È entrato in orbita, come previsto, su un percorso altamente ellittica che prende da tra i 230 ei 310 km sopra la superficie a circa 98 000 km ogni 4,2 giorni.

La missione scientifica principale inizierà solo una volta che raggiunge un'orbita quasi circolare circa 400 km sopra la superficie del pianeta, dopo un anno di 'aerobraking' - con l'atmosfera di graduale freno e cambiare la sua orbita. operazioni scientifiche complete sono previsti per l'inizio entro marzo 2018. Ma la prossima settimana offre le squadre di scienza con la possibilità di calibrare i loro strumenti e fare le prime osservazioni di prova ora la sonda è in realtà a Marte.

Infatti, il rivelatore di neutroni è stato acceso per gran parte della crociera di TGO Marte e sta attualmente raccogliendo dati per continuare la calibrazione del flusso di fondo e di controllo che nulla cambiato dopo che il modulo Schiaparelli staccata dalla navicella.

Sarà misurare il flusso di neutroni dalla superficie marziana, creato dall'impatto dei raggi cosmici. Il modo in cui vengono emessi e la loro velocità di arrivare al TGO dirà scienziati circa la composizione dello strato superficiale.

In particolare, in quanto anche piccole quantità di idrogeno può causare una variazione nella velocità di neutroni, il sensore potrà cercare posizioni dove ghiaccio o acqua possono esistere, all'interno alto 1-2 m del pianeta.

altri tre strumenti del orbiter hanno un numero di osservazioni di test in programma durante 20-28 novembre.

Nel corso della missione scientifica primaria due suite strumento effettuare misure complementari per prendere un inventario dettagliato dell'atmosfera, in particolare quei gas che sono presenti solo in tracce.

Di grande interesse è il metano, che sulla Terra è prodotta principalmente da attività biologica o processi geologici, come alcune reazioni idrotermali.

Le misure saranno eseguite in modi diversi: indica attraverso l'atmosfera verso il sole, l'orizzonte a luce solare diffusa dall'atmosfera, e guardando verso il basso a luce solare riflessa dalla superficie. Guardando a come la luce del sole è influenzato, gli scienziati possono analizzare i costituenti atmosferici.

Nelle prossime orbite ci sono solo opportunità per che punta verso l'orizzonte o direttamente in superficie. Ciò consentirà alle squadre di scienza per controllare il puntamento del loro strumento per prepararsi al meglio per le misurazioni future.

C'è la possibilità che essi possano rilevare qualche lato notturno naturale airglow - un'emissione di luce nell'atmosfera superiore prodotta quando atomi spezzato dal vento solare ricombinano per formare molecole, rilasciando energia sotto forma di luce.

Durante la seconda orbita, gli scienziati hanno previsto anche osservazioni di Phobos, la più grande e più interno di due lune del pianeta.

Infine, la fotocamera scatta le sue prime immagini di prova a Marte la prossima settimana. In ciascuna delle due orbite, sarà primo punto a stelle per calibrare sé per la misurazione di riflettanza superficie del pianeta.

Poi si punterà a Marte.

Data l'attuale orbita ellittica, il veicolo spaziale sarà sia più vicino al più lontano e dal pianeta che durante la sua missione scientifica principale. Più vicino al pianeta, sarà a velocità sopra la superficie che nella sua orbita circolare finale, che presenta alcune sfide in tempi in cui dovrebbero essere prese le immagini.

La fotocamera è progettata per catturare coppie stereo: ci vuole una sola immagine guardando un po 'in avanti, e quindi la fotocamera viene ruotata di guardare' indietro 'per prendere la seconda parte dell'immagine, al fine di vedere la stessa regione della superficie di due diversi angoli. Combinando la coppia di immagini, informazioni sulle relative altezze delle caratteristiche della superficie può essere visto.

La prossima settimana, il team fotocamera verrà Controllo della distribuzione interna per aiutare i comandi del programma per le future specifiche osservazioni scientifiche. L'alta velocità e cambiando altitudine dell'orbita ellittica renderà ricostruzione stereo impegnativo, ma la squadra potranno testare il meccanismo di rotazione stereo e vari filtri fotocamera diverse, nonché come compensare per l'orientamento navicella rispetto alla traiettoria a terra .

Non ci sono obiettivi di imaging specifici in mente, anche se in prossimità del massimo avvicinamento della prima orbita l'orbiter volerà sopra la regione di Noctis Labyrinthus e tenterà di ottenere una coppia stereo. Nella seconda orbita, si ha la possibilità di catturare immagini di Phobos.

In ultima analisi, la fotocamera sarà utilizzato per l'immagine e analizzare le caratteristiche che possono essere correlati alle fonti di gas traccia e pozzi, per aiutare a comprendere meglio la gamma di processi che possono essere la produzione di gas. Le immagini saranno utilizzati anche per guardare siti di atterraggio futuri.

"Siamo entusiasti potremo finalmente vedere gli strumenti eseguono nell'ambiente per cui sono stati progettati, e di vedere i primi dati di ritorno da Marte", dice Hakan Svedhem, TGO Project Scientist dell'ESA.

Dopo questo breve periodo strumento scienza dimostrazione, che serve anche come test per la trasmissione di tali dati sulla Terra, insieme ai dati dalla curiosità e Opportunity rover della NASA, la messa a fuoco diventa di nuovo alle operazioni e la preparazione necessaria per per aerobraking prossimo anno.

 



Link correlati
ExoMars dell'ESA
Mars notizie ed informazioni a MarsDaily.com
lunari Sogni e altro

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
EXO VITA

Breakthrough Ascolta ricerca di vita intelligente Intorno Stella di Tabby
da Staff Writers
Berkeley CA (SPX) 28 ottobre 2016



Il team di Berkeley SETI Research Center spiega perché vogliono osservare stella. Di Tabby Video da Roxanne Makasdjian e Stephen McNally.

stella di Tabby ha provocato così tanto entusiasmo nel corso dell'ultimo anno, con la speculazione che ospita una civiltà molto avanzata in grado di costruire in orbita megastrutture di catturare l'energia della stella, che di penetrazione della UC Berkeley Ascolta progetto sta dedicando ore di tempo sul radiotelescopio di Green Bank a vedere se è in grado di rilevare eventuali segnali provenienti da extraterrestri intelligenti.

"Il Breakthrough Ascolta programma ha la più potente apparecchiatura SETI sul pianeta, e l'accesso ai più grandi telescopi del pianeta", ha detto Andrew Siemion, direttore del Berkeley SETI Research Center e co-direttore del Breakthrough Ascolta. "Possiamo guardare con maggiore sensibilità e per una più ampia gamma di tipi di segnali di qualsiasi altro esperimento nel mondo."

Breakthrough Ascolta, che è stato creato lo scorso anno con $ 100 milioni in fondi di oltre 10 anni dalla Breakthrough Prize Foundation e il suo fondatore, internet investitore Yuri Milner, non sarà il primo per la ricerca di vita intelligente intorno a questa stella.

"Tutti, ogni telescopio programma SETI, voglio dire ogni astronomo che ha qualsiasi tipo di telescopio in qualsiasi lunghezza d'onda che può vedere la stella di Tabby ha preso in esame", ha detto. "E 'stato guardato con Hubble, è stato guardato con Keck, è stato esaminato l'energia a infrarossi e radio e alta, e ogni cosa possibile, si può immaginare, tra cui tutta una serie di esperimenti SETI. Nulla è stato trovato."

Mentre Siemion ei suoi colleghi sono scettici sul fatto che il comportamento unico della stella è un segno di una civiltà avanzata, non possono non dare un'occhiata. Hanno collaborato con UC Berkeley visita astronomo Jason Wright e Tabetha Boyajian, l'assistente professore di fisica e astronomia alla Louisiana State University per il quale prende il nome la stella, di osservare la stella di state-of-the-art strumenti la svolta Ascolta squadra montato recentemente sul telescopio da 100 metri. Wright è al centro di pianeti extrasolari e mondi abitabili alla Pennsylvania State University.

Le osservazioni sono in programma per otto ore a notte per tre notti nel corso dei prossimi due mesi, a partire da Mercoledì sera, ottobre 26. Siemion, Wright e Boyajian sono in viaggio verso la Green Bank Observatory nelle zone rurali del West Virginia per iniziare le osservazioni, e si aspettano di raccogliere intorno 1 petabyte di dati nel corso di centinaia di milioni di canali radio individuali.

"The Green Bank Telescope è il più grande radiotelescopio completamente orientabile sul pianeta, ed è il più grande telescopio, più sensibile che è in grado di guardare la stella di Tabby data la sua posizione nel cielo", ha detto Siemion. "Abbiamo implementato un nuovo e fantastico strumento di SETI che si collega a quella del telescopio, che può guardare in molti gigahertz di banda simultaneamente e molti, molti miliardi di differenti canali radio tutti allo stesso tempo in modo che possiamo esplorare il spettro radio molto, molto rapidamente ".

I risultati delle loro osservazioni non saranno noti per più di un mese, a causa della analisi dei dati necessari per individuare modelli in emissioni radio.

La prima volta nel settembre 2015 da Boyajian, poi un postdoc presso la Yale University, la stella di Tabby - più propriamente chiamato CCI 8.462.852 - erano stati segnalati dagli scienziati cittadini a causa del suo insolito modello di oscuramento. Questi volontari stavano guardando stelle come parte del progetto di internet cacciatori di pianeti, che permette al pubblico per la ricerca di pianeti intorno ad altre stelle di dati presi da Keplero della NASA, che è stato monitorato 150.000 stelle per dimming regolare che potrebbero indicare un pianeta era passato davanti ad esso.

Ma mentre la maggior parte tale oscuramento da pianeti in transito è breve, regolare e blocchi appena 1 o 2 per cento della luce della stella, la stella di Tabby si affievolisce per giorni alla volta, di ben il 22 per cento, e ad intervalli irregolari.

Mentre Boyajian speculato nel suo 2015 di carta che l'oscuramento irregolare potrebbe essere spiegato da uno sciame di comete rottura up mentre si avvicinava la stella, le osservazioni successive mostrano la stella, che si trova a circa 1.500 anni luce dalla Terra, nella costellazione del Cigno, è di gran lunga più irregolare di uno sciame cometa produrrebbe. In realtà, sembra essere stato oscuramento ad un tasso costante per il secolo passato.

La speculazione finalmente sorto che l'oscuramento è stato causato da una struttura Dyson: una massiccia serie di collettori solari in orbita che il fisico Freeman Dyson ha proposto una volta sarebbe una cosa naturale per una civiltà per costruire, come aveva bisogno di più energia per alimentare se stessa. In teoria, una simile struttura potrebbe circondare completamente la stella - quello che ha definito una sfera di Dyson - e catturare quasi tutta l'energia della stella.

Come probabile è che?
"Io non credo che sia molto probabile - uno in una possibilità di miliardi o qualcosa di simile - ma comunque, stiamo andando a dare un'occhiata", ha dichiarato Dan Werthimer, chief scientist di Berkeley SETI. "Ma penso che ET, se è mai scoperto, potrebbe essere qualcosa di simile. Sarà qualcosa di strano che qualcuno trova per caso ... che nessuno si aspettava, e poi guardiamo più attentamente e per così dire, 'Hey , che è una civiltà ' ".

Breakthrough Ascoltare sta monitorando molte altre stelle con tre telescopi in grado di scrutare tutti i segmenti del cosmo: il Parkes Telescope in Australia e il telescopio Green Bank per la ricerca di trasmissioni radio, e l'Automated Planet Finder al Lick Observatory in California per cercare ottica trasmissioni laser.

 



Link correlati
La rivoluzionaria Ascoltare
La vita oltre la Terra
Lands Beyond Beyond - pianeti extrasolari - notizie e scienza

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
VIAGGIO SPAZIALE

NASA scuote Orion Prova articolo per il viaggio su Marte
da Jan Wittry per GRC Notizie
Sandusky OH (SPX) 25 Ottobre 2016



Guarda un video sulla ricerca qui .

Come fai a sapere se un veicolo spaziale in grado di contenere fino a intense vibrazioni di lancio in cima a razzo più potente del mondo? Si agita sulla tavola vibrante più potente del mondo.

Gli ingegneri di Brook Station Plum della NASA Glenn a Sandusky, Ohio da poco terminato una serie di test su una versione di prova full-size del modulo di servizio di Orion per verificare che in grado di sopportare le vibrazioni che si verificano quando si lancia e viaggia nello spazio in cima il lancio nello spazio system (SLS) razzo.

Il modulo di servizio 13 tonnellate è una parte essenziale del veicolo spaziale. Si spingerà, alimentare e raffreddare Orion oltre a fornire l'aria e l'acqua per l'equipaggio. "Stiamo facendo in modo che la struttura del modulo di servizio sopravviverà estremamente forti vibrazioni di lancio e salita durante il viaggio nello spazio", ha detto Nicole Smith, responsabile del progetto per la sperimentazione di Orione a Plum Brook.

SLS razzo della NASA produrrà più di otto milioni di libbre di spinta durante il lancio, e come tutti i veicoli spaziali Orion otterrà un buon scuotimento durante la risalita. Anche se la NASA ha progettato Orion e il suo modulo di servizio a sopportare lancio e ascesa vibrazioni Orion viaggia nello spazio, le prove a terra aiuta a verificare quei disegni prima della missione.

All'inizio di questa estate, l'articolo di prova modulo di servizio è stato posto su un tavolo vibrazioni meccaniche in Space Potenza strumento di Plum Brook. A 22-piedi di larghezza e 55.000 libbre, il tavolo è il più potente sistema navicella shaker nel mondo. Gli ingegneri correvano un totale di 98 prove di vibrazione per tutta l'estate.

"Avevamo bisogno di vedere i diversi modi in cui il modulo di servizio sarebbe dinamicamente eseguire durante il lancio, quando i serbatoi sono pieni e poi nella missione dopo che ha utilizzato alcuni di quel propellente", ha detto Smith.

I livelli di test di vibrazione iniziato a partire da 2,5 Hz e spazzati fino a 100 Hz.

"Abbiamo alleviato in esso", ha detto Jerry Carek, il facility manager. "Abbiamo cominciato a circa il 20 per cento del livello di prova massima e gradualmente lavorato il nostro modo fino al 100 per cento con movimento verticale. Poi abbiamo fatto la stessa cosa con movimento laterale."

I test di vibrazione facevano parte di una serie di controlli cruciali in corso presso l'impianto di potenza spazio per verificare il modulo di servizio per il primo volo di Orione in cima SLS, noto come Exploration Mission-1 o EM-1, che avventurarsi decine di migliaia di miglia al di là la luna.

tappa successiva del articolo di prova è la zona di montaggio alta baia, dove gli ingegneri potranno sparare fuochi d'artificio per simulare gli shock il modulo di servizio sperimenterà come Orion separa dal razzo SLS.

L'articolo di prova è stata fornita da ESA (Agenzia Spaziale Europea) e costruito da Airbus Difesa e Spazio. Poiché queste prove a terra continuano a verificare la progettazione del modulo di servizio, il primo modulo di servizio unità di volo per EM-1 viene ora costruito in Europa. Questa unità è previsto per essere spediti negli Stati Uniti nel 2017.

EM-1 è destinato a lanciare dal Kennedy Space Center in Florida alla fine del 2018. Orion avrà equipaggio più lontano nello spazio di quanto non sia mai andato prima e svolge un ruolo essenziale come parte della preparazione della NASA per il viaggio verso Marte. La sonda porterà gli astronauti nello spazio, fornire capacità di interruzione di emergenza, sostenere l'equipaggio durante la loro missione e di fornire sicuro il rientro attraverso l'atmosfera terrestre.

 



Link correlati
Exploration Mission-1 alla NASA
Turismo dello spazio, Trasporto e Notizie Esplorazione dello spazio

Breadcrumbs

Syndication

feed-image My Blog
© 2017 italo-inca.naunet.eu
Design by vonfio.de