User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Illusioni ottiche cosmiche a Ursa Major

Dettagli

Aperto chiuso
  • Titolo illusioni ottiche cosmici a Ursa Major
  • Rilasciato 21/09/2015 10:00
  • Copyright NASA, ESA e il patrimonio della squadra Hubble (STScI / AURA)
  • Descrizione

    Alcune delle viste mozzafiato che abbiamo del cosmo devono la loro bellezza a un trucco di prospettiva, come catturata in questa immagine NASA / ESA Hubble Space Telescope.

    Le galassie nella parte superiore e inferiore del telaio sono chiamati PGC 37639 e PGC 101.374 rispettivamente. Anche se può sembrare che i due sono nel bel mezzo di una galattica tiro alla fune, collegata dal flusso di spicco del blu attraverso il centro dell'immagine, PGC 37639 si trova un po 'più vicino alla Terra rispetto al suo compagno, e le due cose sono non collegato fisicamente.

    In un altro trucco ottico, questa immagine non contiene due galassie, ma almeno quattro. La patch in alto a sinistra in realtà ospita due galassie nelle prime fasi della fusione. I loro centri luminosi sono ancora visibili separatamente, incandescente in mezzo a un vortice di gas e polveri.

    Una galassia a spirale più piccola e relativamente intatto, noto come SDSSCGB 19.4, si vede alla destra del duo fusione. Questo trio di galassie comprende Arp 194, un gruppo di galassie poco meno di 600 milioni di anni luce dalla Terra nella costellazione di Cefeo.

    Il flusso blu si pensa che si sono formate attraverso le interazioni gravitazionali turbolenti che si verificano nella parte superiore della cornice - la galassia gruppo superiore è un vortice di agitando le braccia una volta-spirale. Il flusso è lungo circa 100 000 anni luce, e composta da gas, polveri e molti milioni di stelle appena nate. Queste stelle, che sono raggruppate insieme a formare ammassi stellari, che a sua volta poi si accumulano come superammassi, sono responsabili per il suggestivo colore blu visibile qui. Sono per lo più giovane, caldo e massiccio, una combinazione che provoca l'emissione di luce blu.

    Questa immagine è stata rilasciata nel 2009, per commemorare il 19 ° anno di Hubble nello spazio. Il telescopio ha continuato a colpire un quarto di secolo orbita attorno alla Terra, una pietra miliare ha raggiunto lo scorso aprile.

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

ESA> ESA nel vostro paese> Italia

21 Settembre 2015

L'immagine acquisita dal satellite Sentinel-2A è del tipo "visione a colori" e mostra una parte delle paludi che si trovano lungo le sponde occidentali ed orientali del fiume Mississippi, a sud di New Orleans ed a nord del Delta del Mississippi.

Dal monitoraggio in agricoltura alla mappatura dei cambiamenti del suolo, le immagini di tipo "visione a colori" del satellite europeo Sentinel-2A possono essere impiegate in molte applicazioni pratiche, permettendo di diminuire i rischi per l'uomo e per il pianeta. Il colore rosso che vediamo in gran parte dell'immagine mostra l'enorme quantità di vegetazione presente nell'area, mentre il colore grigio indica vari bacini d'acqua presenti nell'area.

Nella parte vicina al cuore della serpentina del fiume Mississippi l'immagine mostra chiaramente i tipici campi in stile francese, con filari di canna da zucchero attorno alle città di Lucy, Edgard e Wallace. Sulla riva orientale del Mississippi sorgono le città di LaPlace, Reserve, Lions, Garyville e  Mount Airy, ognuna con industrie che sorgono lungo il fiume, tra cui un impianto chimico, una raffineria di zucchero, silos di grano ed una raffineria di petrolio.

Tutta l'immagine presenta ritorni radar da aree dette "bayou". Bayou è un termine franco-inglese con cui si indica  un torrente, un  fiume, un lago paludoso o un'area umida con un flusso estremamente lento. Sono formazioni molto comuni nel Delta del Mississippi, particolarmente note negli stati della Louisiana e del Texas. Benchè la fauna vari da regione a regione, in molte "bayou" vivono aragoste, alcune specie di gamberetti, altri crostacei, pesce gatto, rane, rospi, alligatori e coccodrilli, e la tartaruga azzannatrice.

Verso la parte in alto a sinistra dell'immagine, sotto un raggruppamento nuvoloso, si trova Baton Rouge, capitale della Louisiana e sua seconda città per estensione. Situata sulla riva est del Mississippi, Baton Rouge è un importante centro industriale, petrolchimico, medico, di ricerca, cinematografico e di tecnologia in crescita, degli Stati del Sud dell'America. Il porto di Baton Rouge è il nono porto più grande negli Stati Uniti in termini di tonnellate di traffico spedito.

Sentinel-2A è in orbita dal 23 giugno, con la sua fotocamera multispettrale che fornisce immagini ottiche dei territori e dei bacini idrici della Terra. Sentinel-2A fornisce immagini della vegetazione, del terreno e delle coperture d'acqua, delle vie d'acqua interne e delle aree costiere.

Questa immagine è stata acquisita dal satellite Sentinel-2A il 15 luglio scorso.

In collaborazione con Rivista Geomedia.

Questa immagine fa parte della serie Earth from Space Video Programme.

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Dichiarazione di trasparenza

Marcus Byrne riceve finanziamenti da Wits University e il National Research Foundation.

Partners

L'Università di Witwatersrand fornisce supporto in qualità di partner di hosting della conversazione AFRICA.

Ripubblicare questo articolo

Crediamo nel libero flusso delle informazioni. Usiamo un Creative Commons Attribution NoDerivatives licenza, in modo da poter ripubblicare i nostri articoli

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Invasione polare: come le piante e gli animali colonizzano un territorio libero dai ghiacci  dell'Antartide

Strati di ghiaccio dell'Antartide potrebbero completamente crollare se i combustibili fossili del mondo sono bruciati, secondo una recente simulazione dei cambiamenti climatici. Mentre siamo improbabile vedere un evento così drammatico in qualunque momento presto, stiamo già assistendo grandi cambiamenti ed è opportuno prendere in considerazione ciò che la peggiore delle ipotesi potrebbe essere simile per gli ecosistemi del continente. Quanto tempo prima che l'Antartide si trasforma in tundra erboso?

Per ora, la vita prospera soprattutto ai margini del continente - è guidata dal ricco di plancton nell'Oceano meridionale e raggruppati attorno ad aree stagionalmente libero da ghiaccio di terreno costiero. L'interno potrebbe essere scarsamente abitata, ma il continente non è così sterile come molti pensano. Ci sono circa 110 specie autoctone di muschio e di due piante fiorite, la hairgrass Antartico e pearlwort. Queste piante sono fiorite lungo la Penisola Antartica relativamente mite negli ultimi decenni. Tuttavia essi non possono fare molto di più - che già si verificano quasi adatto a terra privo di ghiaccio più a sud.

Con calotte polari e dei ghiacciai sfuggente già nella regione Penisola, piante terrestri e animali nativi stanno beneficiando più facilmente disponibile acqua allo stato liquido. Già stiamo iniziando a vedere un aumento delle popolazioni, le zone più occupati e tassi di crescita più rapidi, le conseguenze destinata ad aumentare - tutto è attualmente limitata dall'ambiente fisico estremo.

Fiore più a sud del mondo, il hairgrass Antartico (DeschampsiaAntartide) British Antarctic Survey, Autore fornito

Si può eventualmente rivelarsi troppo caldo per alcune specie autoctone, ma il problema più grande nei prossimi decenni e secoli sarà se nuove e attualmente specie "non indigene" arriveranno che sono concorrenti forti rispetto agli organismi autoctoni.

Invasioni antartiche

Specie polari nativi sono intrinsecamente concorrenti deboli, come si sono evolute in un ambiente dove sopravvivere al freddo, asciutto è la pressione selettiva prevalente piuttosto che la concorrenza da altre fonti biologiche. Se gli esseri umani (o altri animali selvatici ampliando la propria gamma verso sud) portare nuovi concorrenti e le malattie in Antartide, che potrebbe rappresentare un rischio gravissimo per la biodiversità esistente. Alcune specie autoctone sarebbe probabilmente spinti verso le restanti regioni più estremi dove possono evitare la concorrenza e continuano a fare affidamento sui loro intrinseche capacità di tolleranza dello stress.

Tom Hart con due milioni di pinguini Chinstrap. L'isolamento ha fatto specie antartiche vulnerabili alla concorrenza introdotta. Richard White, autore fornito

Noi di solito diviso il processo di colonizzazione naturale - che si applica anche oggi in Antartide - e quella del movimento delle specie "aliene" di agire umano. I migliori dati disponibili per la regione antartica provengono da alcune isole sub-antartiche, dove compare esseri umani sono stati responsabili di molte colonizzazioni più successo di natura. In effetti, negli ultimi secoli di contatto umano con la regione abbiamo introdotto 200-300 specie rispetto ad appena due o tre note colonizzazioni naturali.

Pinguini, foche e uccelli marini che volano si spostano tra le isole e la Penisola Antartica, per cui vi è il potenziale per un po 'la colonizzazione naturale. Uccelli Vagrant sono regolarmente osservati tra il sub-antartiche e anche lungo la Penisola, alcune delle quali hanno colonizzato con successo (come gli storni, organetti e anatre domestiche, sulla Isola di Macquarie).

I migranti, come stercorari e gabbiani, che passano il tempo a terra a entrambe le estremità della loro migrazione, potrebbero essere importanti vettori naturali di trasferimento per gli invertebrati, semi di piante e spore, e microbi in un Antartide libero dai ghiacci. È importante sottolineare che, colonie di uccelli anche fertilizzare roccia e terreno con feci, gusci d'uovo e carcasse circostante. La vita vegetale e animale fiorisce vicino colonie di uccelli marini, incoraggiati da questo arricchimento.

Che cosa è hitching un giro su questo skua? Tom Hart, autore fornito

Tuttavia può essere difficile prevedere che cosa significherebbe Antarctic melt per le singole specie, non importa interi ecosistemi. Prendete pinguini, per esempio - che hanno già sopravvissuto precedenti ritiri inter-glaciali, ma in dimensioni ridotte di popolazione. Questa volta è probabile che Adelia e pinguini imperatore, che sono più dipendenti da ghiaccio marino sarebbero declino, mentre meno specie di ghiaccio-dipendente, come Gentoo e sottogola possono beneficiare. In effetti, c'è già qualche evidenza che gli imperatori sono lottando (anche se, inoltre, che possano essere adattando e imparare a emigrare).

Tuttavia, il fatto pinguini pesce mangia-gentoo sono in aumento nella Penisola mentre Adélie e sottogola (entrambi mangiatori di krill) non stanno facendo così bene suggerisce disponibilità di prede può essere più per colpa di copertura di ghiaccio. Capire l'impatto della grande cambiamento ambientale a livello di ecosistema o cibo-web è difficile - è un processo complesso che senza dubbio vomitare alcuni risultati inaspettati.

Questo moscerino volare proviene da South Georgia, ma è stata introdotta più a sud. British Antarctic Survey, Autore fornito

Le isole sub-antartiche sono pieni di esempi di tali impatti imprevisti. I maiali, cani, gatti, pecore, renne e conigli sono stati tutti volutamente introdotto nel passato, con effetti spesso devastanti. Ratti e topi sono stati introdotti Georgia del Sud e altre isole accidentalmente da cacciatori di foche e baleniere, per esempio, e hanno decimato le popolazioni di uccelli marini. Una campagna di eradicazione recente sembra aver avuto successo e pipits, anatre e piccoli uccelli marini stanno mostrando alcuni segnali immediati di ripresa.

La rimozione dei gatti non nativi di Macquarie e Marion Isole ha similmente aiutato nativi uccelli marini che scavano, anche se le risposte a tali ecosistemi può essere molto più complesso e imprevedibile - la rimozione dei gatti da Macquarie anche portato ad aumentare nel popolazione di conigli introdotto, e considerevolmente incrementato il danno a vegetazione nativa sensibile.

Biodiversità dell'Antartide è molto più complessa di quanto ampiamente ipotizzato, con un massimo di 15 distinte regioni biogeografiche che sono state evolutivamente isolati per molti milioni di anni. Gli esseri umani rappresentano la minaccia più grande, non solo di introdurre nuove specie, ma anche di muoversi specie "indigene" tra le regioni in Antartide. Questo potrebbe essere ancora più dannoso, in quanto queste specie autoctone sarebbero già essere pre-adattati alla vita polare.

I visitatori di Antartide sono oggetto di sempre più severe misure di biosicurezza, ma le introduzioni accidentali continuano a verificarsi, spesso attraverso spedizioni di cibo per gli scienziati. Le variazioni di mare e di terra del ghiaccio influenzano l'accesso a nuove aree, quindi possiamo solo aspettare vegetali e invertebrati invasioni di aumentare a meno che biosicurezza diventa più efficace.

Mentre problemi di costo possono essere sollevate, vale la pena ricordare che la prevenzione sarà sempre meglio - e più economico - di controllo successivo e l'eradicazione, anche se tale azione sia possibile.

Dichiarazione di trasparenza

Peter Convey riceve finanziamenti dal Rsearch Consiglio Ambiente Naturale.

Tom Hart riceve finanziamenti dall'iniziativa Darwin, il Foreign and Commonwealth Office e donazioni pubbliche. Riceve anche il supporto in natura da compagnie turistiche, in autostop sulle navi turistici e yacht per raggiungere i siti in Antartide.

Partners

L'Università di Oxford fornisce finanziamenti come un membro della conversazione Regno Unito.

Ripubblicare questo articolo

Crediamo nel libero flusso delle informazioni. Usiamo un Creative Commons Attribution NoDerivatives licenza, in modo da poter ripubblicare i nostri articoli.

Breadcrumbs

Syndication

feed-image My Blog
© 2017 italo-inca.naunet.eu
Design by vonfio.de